RIFUGIO MARINELLI e CIMA MARINELLI (SO).

percorso 3D: https://bit.ly/2CUtgF2 – foto:  https://bit.ly/2Qr2LKf summer – E’ una meta molto conosciuta della Valmalenco e suggerisco di andarci almeno una volta. Da Lanzada si prosegue sulla strada che arriva alle dighe di Campo Moro e Alpe Gera. Al primo parcheggio ci si incammina sulla sterrata che scende fino ai piedi del muro della prima diga (1938 m/slm). Qui parte il sentiero in direzione Rifugio Marinelli-Bombardieri molto ripido fino a quota 2150 m/slm; in corrispondenza del Rifugio Musella si affronta la salita dei 5 balzi (detti sospiri) che permettono di arrivare al Rifugio Carate (2630 m/slm). Superata la vicinissima bocchetta si prosegue perdendo un po’ quota e si arriva in prossimità del Lago Musella e di quel che resta di un elicottero precipitato nel 1957. Poco più avanti inizia un altro tratto di salita che permette di raggiungere il Rifugio Marinelli (2813 m/slm); un rifugio ben strutturato e accogliente . Sul lato orientale dell’edificio parte il sentiero che va in direzione del Rifugio Marco Rosa; lo si percorre fino a quota 2930 m/slm dove si prende la deviazione che svolta a dx e guidati da un infinito numero di “ometti” di varie fattezze si arriva a Punta Marinelli (3181 m/slm) da dove si ha una perfetta e bella vista panoramica a 360°. Per il ritorno si segue lo stesso percorso della salita, prima però conviene fare una sosta al Rifugio Marinelli e pranzare con il simpatico Della Rodolfa (e il Rico Gianatti). Percorso (EE) di circa 21 chilometri – Dislivello positivo 1372 metri – no fontane – gpx(setetrak): https://bit.ly/2X1uCoG – “bergheil” buonC@mmino

2 commenti su “RIFUGIO MARINELLI e CIMA MARINELLI (SO).”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.