DAL RIFUGIO MARINELLI e AL LONGONI (SO).

 percorso 3D: https://bit.ly/2NUzJp8 – foto: https://bit.ly/2XNlr9tsummerQuesta è un’altra tappa del Sentiero Italia. Si parte dal Rifugio Marinelli-Bombardieri (2813 m/slm) in alta Valmalenco, gestito con molta cordialità da Francesca e il suo staff. Fuori dal rifugio si prende il sentiero di dx che punta verso nord e dopo poco scende nell’ampio vallone dello Scerscen da cui prende il nome. Lo Scerscen è anche uno dei ghiacchiai, quasi estinti, ancora presenti in Valmalenco. Percorrendo l’ampio anfiteatro morenico si attraversano i molti torrenti d’acqua arrivando ai 2400 m/slm sotto il Lago dello Scerscen inferiore per poi salire al Monumento degli Alpini. Continuando sul sentiero che scende verso Sud, a quota 2200 m/slm, si passa sotto il Lago Scarolda e la Forcella d’Entova. Quando la vallata si stringe si transita in prossimità di una vecchia cava di amianto giungendo in vista dell’Alpe Campascio. Qui si devia a sx arrivando poi all’Alpe Musella (2030 m/slm) dove conviene far tappa presso l’omonimo rifugio. Proseguendo ancora verso sud si arriva ai 1855 m/slm del Dosso dei Vetti dove inizia la salita che porta, percorrendo sentieri e piste sterrate, alla Bocchetta del Torno (2220 m/slm). Uno stretto e insidioso sentiero scende in direzione del Lago Palù passando dall’Alpe Roggione (2000 m/slm) dove si prosegue in direzione nord-ovest. Raggiunta quota 2313 m/slm dell’Alpe Sasso Nero si continua con vari sali-scendi fino ad intercettare la vecchia strada (2415 m/slm) che giungeva ai piedi del Rifugio Scerscen (chiuso). Percorrendone un lungo tratto in discesa fino a quota 2300 m/slm) si arriva alla deviazione che sale diretta e ripida al Rifugio Longoni (2450 m/slm). Percorso (EE) di circa 26 chilometri – dislivello positivo 1290 metri – gpxhttps://bit.ly/3pEbFop -“bergheil” buonC@mmino 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.