MONTE FORCELLINO (SO)

 autumnfoto:https://tinyurl.com/28495vcm  –video3D:https://www.relive.cc/view/vXOnKKXDB56  – Il Monte Forcellino (2842 m/slm) è una facile meta che si trova sulla biforcazione tra Valfurva e Val Zebrù.
Si lascia l’auto nei parcheggi a Sant’Antonio di Valfurva, nei pressi del ponte che supera il Torrente Zebrù, e si sale alla Contrada San Gottardo (1398 m/slm). Dopo aver superato la piccola chiesa si prosegue sulla VASP che sale in direzione Pradaccio di Sopra. Si transita per i piccoli alpeggi di Cispindula, Capel, Pradella di Sotto, Pradella di Sopra (1724 m/slm) e bellissimi boschi di larici e pini. A Pradella di Sopra si prosegue tenendo come riferimento e meta principale l’alpeggio Cavallaro. Dopo Serigheccio si passa in prossimità del fabbricato in legno dell’acquedotto SECAM dove si stacca una ripida scorciatoia che attraversa un paio di volte la VASP. A quota 1950 m/slm si riprende a percorre la stradina sterrata che a volte diventa molto ripida. Dopo essere passati da Pradellin, Prato San Nicolò si giunge a Cavallaro (2168 m/slm). Duecento metri dopo l’ultima baita di questo grande alpeggio si devia a sx sul sentiero N.512 (anche per MTB); qui, al bivio, si trova per la prima volta la segnaletica per Passo del Forcellino. Su questo tracciato la pendenza diventa più agevole permettendo così una salita più facile. Poco prima del passo ci sono le trincee e i ruderi di un villaggio militare della 1^ Guerra Mondiale. Arrivati ai 2777 m/slm del valico ci si trova sotto l’anticima del Monte Forcellino, si continua su un’esile traccia in direzione NE e dopo essere passati a lato di un roccione si risalgono sulla sx la ventina di metri di dislivello che mancano per giungere all’originale ometto di vetta. Veramente affascinate lo spettacolo che si ha verso le più importanti e alte cime, nevai e ghiacciai del Parco Nazionale dello Stelvio, oltre al panorama su Bormio, Valdidentro e Cima Piazzi.
Percorrendo la breve dorsale del Monte Forcellino si arriva all’ometto dell’anticima per poi scendere direttamente al passo. Per il ritorno si percorre interamente tutto il percorso ciclabile tralasciando le varie scorciatoie e la VASP. Percorso (E) di circa 12 chilometri – dislivello positivo 1500 metri – “bergheil” buonC@mmino –gpx(seteTRAK):https://tinyurl.com/462repdd  – percorsointerattico:https://www.relive.cc/view/vXOnKKXDB56/explore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *