ALPE PRABELLO con le ciaspole (SO).

 winterfoto:https://photos.app.goo.gl/RMmE51teM1y4UmQ19  –videotraccia:https://www.relive.cc/view/vYvr3mEnDxO  – Sono veramente molti i percorsi che permettono di raggiungere l’Alpe Prabello (2220 m/slm) e dintorni; sono puri vari i punti di partenza di questi itinerari. La via classica e più frequenata durante l’inverno è quella che inizia del parcheggio a pagamento situato nei pressi della sest’ultima galleria prima di Campo Moro (1960 m/slm); qui ci si incammina sul percorso della VASP (pista di servizio per le motoslitte che servono i 3 rifugi). Si sale con facilità raggiungendo la parte bassa dell’Alpe Campagneda (2120 m/slm) per poi passare nei pressi dell’Agriturismo il Cornetto e salire fiancheggiando il Rifugio Ca’ Runcasch (2270 m/slm). Continuando la salita si arriva al bivio per il Rifugio Cristina che però non si imbocca; si prosegue invece verso Est raggiungendo così la fine della Piana d Campagneda (2230 m/slm – Piano della Belma) dove ha inizio la ripida salita verso il Passo di Campagneda. Qui, sulla dx, c’è la deviazione che passando ai piedi del Pizzo Scalino permette di raggiungere quella che è una delle perle di questo comprensorio: Alpe Prabello. Posto incantato con bellissime baite e una caratteristica chiesa dove continuando verso Nord si va a prendere il sentiero sulla sx che evita di passare per Ca’ Runcasch e l’Agriturismo il Cornetto e scende all’Alpe Campascio di Caspoggio (2070 m/slm) e poi più avanti si innesta nella VASP raggiungendo così il punto di partenza. Percorso (T – T1) di circa 11 chilometri – dislivello positivo di 420 metri – “bergheil”  –gpx(seteTRAK):https://tinyurl.com/3xddpmdx  –percorsointerattivo:https://www.relive.cc/view/vYvr3mEnDxO/explore  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *