CH – ANELLO DEL PIZ LUNGHIN.

 percorso 3Dhttps://bit.ly/2ktS6mV – fotohttps://bit.ly/2kZuSoX – autumn – Tra Val Bregaglia e Alta Engadina, con partenza da Casaccia (1460 m/skm), si percorrono antichi sentieri che erano utilizzati anche per il commercio. Imboccato il sentiero ben segnalato per Val Maroz e con i segnavia bianco/rosso si prosegue fino al “Pass da Sett”. Durante questa salita si percorreranno tratti ancora in ottime condizioni della via costruita dai Romani. A quota 1740 m/slm si intercetta la “Seda Segantini” e dopo poco ci si addentra nella piana dell’alpeggio di Maroz Dora. In corrispondenza della baita agricola si imbocca il sentiero di dx che fa un traverso sulla sponda sx della valle; giunti a quota 1890 si entra nella valletta del torrente “Aua da Sett” (direzione nord). A quota 2310 m/slm ci si trova sul “Pass da Sett” che nel passato era un passaggio importantissimo per gli scambi nord/sud/nord. Imboccando il sentiero di dx (verso est) si sale al Pass Lunghin (2645 m/slm). Lasciato il sentiero che va diretto all’omonimo lago si prende il percorso con i segnavia bianco/azzurro che sale ai 2780 m/slm del Piz Lunghin da dove si ha una magnifica vista panoramica sul Bernina, Tremoggia, Cengalo, Laghi dell’Engadina, ecc. ecc.; questo è il punto di incontro dei bacini del Danubio, del Po e del Reno. Per la discesa dalla cima si imbocca il sentiero su terreno morenico che va direttamente al Lago Lunghin (2450 m/slm) e poi si segue il percorso in direzione sud che scende a Maloja (1812 m/slm). Qui, poco dopo la fermata dei bus, si devia a dx (verso ovest) sull’antico tracciato che scende per la Val Bregaglia e arriva a Casaccia passando dai ruderi dell’Abazia di San Gaudenzio.   Percorso (EE) di circa 20 chilometri – dislivello positivo 1371 metri – poche fontane – gpx(setetrak): https://bit.ly/2Z2RuIG – “bergheil” buonC@mmino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *