Anello SAN BERNARDO > CAMPELLI (SO).

 percorso 3Dhttps://bit.ly/3sNNMMkfotohttps://bit.ly/3eAjKq7 spring –  Si parte dal centro città (300 m/slm) e dirigendosi verso est si raggiunge località Trippi dove, oltrepassando il ponte di Busteggia, si supera il fiume Adda. Poco avanti si prende la deviazione per Faedo Piano dove ha inizio il “Sentiero del Pane e del Vino”, ben tenuto e con buona segnaletica. Transitando in prossimità delle frazioni di Feruda e Scenini si arriva a San Carlo (centro del comune di Faedo V.no) dove in prossimità della grande fontana continua il percorso che permette di arrivare in località Gaggi (740 m/slm); qui si prosegue sul sentiero che sta verso il lato orografico sx della Val Venina. A quota 1040 n/slm si trova la bella chiesetta di San Bernardo e, raggiunte le baite della parte alta dell’alpeggio, si prosegue verso ponente arrivando ad un’altra bella contrada: quella di San Giacomo. Oltrepassate le ultime baite sulla sx parte il “Sentiero del Quinto” che purtroppo è privo di segnaletica come quasi tutto il territorio di Albosaggia a levante del torrente Torchione. Si sale fino a 1440 m/slm e si oltrepassa la valletta del Torrente Marzigogna per poi abbassarsi fino ad intercettare la VASP che sale verso il Meriggio. Qui si imbocca l’altra stradina che entra nella parte superiore dell’Alpe Campelli, punto molto panoramico sulla Valmalenco e le Alpi Retiche della bassa Valtellina. Scendendo verso l’Agriturismo “Il Sorbo” si continua puntando la valletta del Torrente Torchione e poi passando per Campiolo e Le Corte si imbocca il sentiero che scende alla Contrada Buglio (1008 m/slm) e si prosegue per Cà Boscacci (820 m/slm). Sempre senza trovare la segnaletica si fa un traverso verso levante passando sopra Cà di Curt e si va verso il maneggio di Ravasciolo. Rientrati in territorio di Faedo Valtellino si arriva in località Dosso per poi scendere a Balzarini, Feruda e a Piano. Puntando poi verso il Bosco dei Bordighi si arriva alla grande passerella che permette di superare l’Adda e proseguendo sul “Sentiero Valtellina” si rientra a Sondrio. Pochissime fontane al di fuori dalle contrade – cartografia SeteMAP –  Percorso (E) di circa 32 chilometri – dislivello positivo 1370 metri – gpx(setetrak): https://bit.ly/3nG7SqW  –  “bergheil” buonC@mmino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *