RIFUGIO GIANETTI / NOVATE MEZZOLA (SO)

foto: https://bit.ly/2YpGLGBpercorso 3D: https://bit.ly/2y0Am5DsummerQuesta è una tappa del Sentiero Italia (fatta con Vasentiero.org) che coincide in alcuni passaggi con il percorso del Sentiero Roma. Si parte dal Rifugio Gianetti (2534 m/slm) gestito con molta perizia dal mitico, simpatico e accogliente Mimmo! Si percorre la traccia che fa un traverso verso sud-ovest in direzione della Cima Barbacan; si deve fare attenzione a non imboccare, circa a metà della traversata, una traccia che sale molto più diretta al Passo Barbacan per la presenza di una piccola frana. Arrivati al passo (2593 m/slm), a nord dell’omonima cima, non resta altro che scendere lungo il vallone sassoso e un po’ sconnesso della Valle dell’Averta. A circa 2150 m/slm ha termine questa ripida e insidiosa discesa, da qui si prosegue fino alle baite dell’Alpe Averta (1950 m/slm). Con un cambio di direzione si attraversa la valle e si prende il sentiero che, entrando nel bosco, scende rapidamente fino alle prime baite dell’Alpe Coeder (1300 m/slm). Da qui parte una mulattiera che porta al vicino Rifugio Brasca dove ha inizio una strada sterrata che giunge al Rifugio Brasciadega (2110 m/slm) posto in un ampio e bel maggengo. Proseguendo lungo la Val Codera la sterrata termina a quota 820 m/slm e si entra nel piccolo borgo che prende il nome dalla valle raggiungendo l’accogliente  Rifugio Codera. Continuando sul sentiero si prosegue nella stretta vallata con vari saliscendi e belle scalinate; si passa per Avedèe e si percorre l’ultimo tratto della discesa arrivando così alla stazione ferroviaria di Novate Mezzola (207 m/slm). Percorso (EE) di circa 27 chilometri – dislivello positivo 420 metri , differenza altimetrica 2390 metri – cartografia SETEmap – gpx(setetrak)https://bit.ly/3pW44oB – “bergheil” buonC@mmino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.