TEGLIO e la STRADA DEI VINI (SO) – winter

 foto: https://bit.ly/38eiftq –  percorso 3D: https://bit.ly/2SBHfEe – Questa escursione ha lo scopo di raggiungere Teglio, partendo da Sondrio (300 m/slm), per gustarsi un buon piatto di Pizzoccheri. Partendo dalla Città si deve prendere la strada provinciale “SP21” che sale a Montagna di Valtellina.  Chiamata solitamente strada panoramica ha invece come denominazione turistica “Strada dei Vini.
Le 2 definizioni sono rappresentative del fatto che: si ha sempre un bel panorama sul fondo valle ma anche l’opportunità di attraversare la zona dei terrazzamenti dove si coltivano le viti dalle cui uve si producono vini importanti come il Grumello, l’Inferno, il Paradiso, il Valgella, lo Sfurzat e vari D.O.C.. Dopo una iniziale salita si arriva nella zona del Castel Grumello e della località Pace di Montagna in Valtellina. Qui la strada prosegue mantenendosi su una quota che sta tra i 400 e i 500 m/slm. Dopo Montagna V.na si passa per Poggiridenti, poi Tresivio dove si possono vedere anche molte coltivazione di ulivi. Continuando in direzione di Ponte in Valtellina si può vedere che oltre ai terrazzamenti ci sono grandi distese di meleti della famosa “MelaVì”. Arrivati alle porte di Ponte V.na, in prossimità della Chiesetta di San Gregorio (518 m/slm), si deve imboccare la strada di sx che non è altro che la circonvallazione del paese. Terminato il territorio di questo Comune si passa sul ponte che permette il superamento della Val Fontana arrivando così in località di Castionetto di Chiuro. Qui la strada ricomincia a salire, raggiunge la frazione San Giovanni, poi Villanuova per poi giungere ai quasi 900 m/slm di Teglio dove spicca la sua Torre di Guardia. Entrando in paese si passa a lato del’antico e storico Palazzo Besta, poi si arriva in Piazza Sant’Eufenia con il grande campanile e i due Oratori dei “Bianchi” e dei “Neri”. E’ dunque d’obbligo, dopo aver percorso 21,5 chilometri, una sosta per uno squisito piatto di Pizzoccheri accompagnati da un buon vino, e una degustazione degli ottimi “sciatt”. Per il ritorno c’è la possibilità di utilizzare i mezzi di trasporto pubblici ma, per favorire la digestione, conviene tornare a Sondrio a piedi, questa volta percorrendo tratti della “Via dei Terrazzamenti”, della “Wine Trail” e altre strade secondarie.
percorso di 41,00 chilometri, dislivello positivo di 994 metri – differenza altimetrica 577 metri – “bergheil” buonC@mmino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.