ANELLO DEI RIFUGI TONOLINI e GNUTTI (BS) – summer

 percorso 3D:https://bit.ly/2XdJXQTfoto:  https://bit.ly/2RJnxFN – Nella media Val Camonica, si sale con l’auto da Malonno o da Sonico in direzione est fino ad un incrocio di 4 strade, qui si prende per Faeto e si continua sulla stretta stradina asfaltata fino al Ponte di Guat (1530 m/slm) dove conviene parcheggiare la macchina. Attraversato a piedi il ponte sul Torrente Remulo si segue la stradina lastricata e in parte sterrata fino alla Malga del Rifugio Premassone (1600 m/slm) e si riattraversa il Remulo. Poco avanti si arriva al bivio che, svoltando a dx, va al Rifugio Gnutti mentre prendendo a sx si sale verso il lago artificiale Baitone. Questo percorso ha subito la devastazione provocata dalla tempesta Vaia e quindi porta ancora delle ferite che difficilmente saranno rimarginate in poco tempo. Con una pendenza costante si giunge al termine del bosco devastato, poi alla Malga Baitone e poco dopo all’omonima diga (2220 m/slm) con relativo Rifugio. Sul lato orografico dx si prende il sentierino che, facendo un traverso sopra il lago, porta al tratto che va al piccolo e accogliente Rifugio Tonolini (2437 m/slm). A nord-est c’è il Lago Rotondo (2455 m/slm), da dove si può proseguire per il Lago Bianco o i Laghi Gelati,  mentre al Rifugio Tonolini si imbocca il tratto del Sentiero Italia che sta sul lato opposto rispetto a quello fatto per la salita tornando così alla Diga del Baitone. Qui parte un percorso che prima perde un po’ quota ma poi risale e arriva al piccolissimo Rifugio Gnutti (2170 m/slm) nei pressi del  laghetto artificiale da cui escono le acque del Torrente Remulo. A fianco del Rifugio inizia il sentiero che scende verso ovest e passa per la Malga Miller. Continuando la discesa il percorso diventa molto ripido e prende il nome di “Scala Miller” che presenta gradoni di varie misure (non so dire se è meglio farla in discesa o in salita). Circa a quota 1700, terminata la Scala Miller , si passa per Malga Frino e poco dopo inizia una stradina sterrata che scende ad incrociare il tratto iniziale di questo bel anello. percorso di circa 17 chilometri – dislivello positivo 1100 metri – differenza altimetrica 950 metri – non fontane – “bergheil” buonC@mmino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.