PIZZO TRE SIGNORI da Gerola Alta (SO).

 percorso 3Dhttps://bit.ly/3i7RTAmfotohttps://bit.ly/3kGgga7autumn Questa escursione ha inizio dal parcheggio di Gerola Alta sito in prossimità della Centrale idroelettrica dell’Enel (1080m/slm). Imboccata la Valle delle Pietre si percorre il sentiero Bedolino sul lato orografico dx; purtroppo su nessuna segnaletica vengono riportare le destinazioni Pizzo Tre Signori e neppure Rifugio Falk. Dopo poco questa mulattiera si immette in una strada sterrata che si percorrere fino quasi a quota 1300 m/slm dove un ponte permette di passare sull’altro lato della valle. Si sale di quota per un centinaio di metri fino alla deviazione per Rifugio Trona Soliva che non si prende; continuando la salita, a quota 1550 m/slm, si troverà per la prima volta su un sasso la scritta: “Pizzo 3 S”. Il sentiero continua a salire raggiungendo Alpe Trona Vaga (1838 m/slm) situata difronte al bacino artificiale Lago di Trona. Poco sopra il grande fontanone si prende la piccola traccia che sale verso il Lago dell’Inferno dove ci si imbatte nella prima indicazione per il Rifugio Falck che si raggiunge dopo non molto (2120 m/slm). Rifugio grazioso e accogliente. Continuando in direzione sud si arriva alla vicinissima Bocchetta Varrone dove si devia a dx sulla salita che porta alla Bocchetta Piazzocco (2252 m/slm). Al di là di questa, sul versante bergamasco, si prende il percorso di sx, contrassegnato da tantissimi segnavia bianco/rosso e altrettanti ometti, che sale al Pizzo Tre Signori (2554 m(slm). Poco prima della cima ci sono un paio di corde metalliche che sono di aiuto nell’ultimo tratto della salita. In vetta sono posizionate una grande croce e una placca orografica che indica le importanti montagne che si possono vedere da un panorama quasi unico. Per scendere si percorre il tratto con le corde metalliche ma poi, dopo poco, si devia a dx verso un terreno quasi lunare per scendere alla Bocchetta dell’Inferno (2306 m/slm). Da qui un sentiero permette di arrivare al Rifugio Falk dove, proseguendo verso nord, si giunge alla Bocchetta di Trona (2092 m/slm); alcune catene permettono di procedere in tutta sicurezza. Poco sopra questo valico é ancora presente una casermetta della prima guerra mondiale; continuando oltre la bocchetta si raggiunge il Rifugio Trona Soliva (1910 m/slm) situato nell’omonimo alpeggio. Percorrendo la strada sterrata ci si abbassa a Trona Vaga dove si riprende il sentiero del Badolino fatto durante la salita. Percorso (EE) di circa 18 chilometri – dislivello positivo 1560 metri – no fontane – cartografia SeteMAP – gpx (setetrak)https://bit.ly/3i3lIly – “bergheil” buonC@mmino.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.