MONTE SAN PRIMO da Bellagio (CO).

 percorso3Dhttps://bit.ly/3nGvv3Qfotohttps://bit.ly/3qK9naGwinter – Monte San Primo (1682 m/slm) è la cima più alta all’interno del Triangolo Lariano; solitamente si raggiunge da Colma di Sormano ma, con un percorso più lungo, ci si arriva anche partendo da Bellagio. In auto si arriva alla frazione San Giovanni a sud di Bellagio e si sale verso i pochissimi parcheggi lungo la stretta stradina che va alla frazione di Cagnanica. Nei pressi dell’atterraggio dell’Elisoccorso si imbocca l’antica mulattiera che raggiunge Brogno dove poi si continua verso dx sul Sentiero Italia. Superati il Belvedere del Nuvolone e il Belvedere su Bellagio, in prossimità dell’unico boschetto di pini che si incontra lungo la salita, si devia a dx sulla traccia che porta al Monte Nuvolone (1092 m/slm) e poi si scende dal lato opposto raggiungendo la Bocchetta del Nuvolone. Continuando sul S.I. in direzione della Bocchetta di Lezzeno si passa da Colmetta, Monte Foppa e Alpe Sasso e si arriva al Rifugio Martina (1300 m/slm); qui inizia la salita sul versante nord  che sbuca sulla cresta NW del Monte San Primo. Dopo un centinaio di metri di facile cresta c’è la croce della cima da dove si ammirano bellissimi panorami in tutte le direzioni e ovviamente anche quelli sul Lago di Como. Proseguendo sul sentiero di cresta in direzione levante si passa per Cima del Costone (1611 m/slm), Bocchetta di Terrabiotta e poi si sale al Monte Ponvic (1452 m/slm). Scendendo sul sentiero in direzione nord si arriva al Parco Monte San Primo (1100 m/slm) e si continua verso Alpe delle Ville; qui si imbocca il Sentiero N.1 che passa per Paum e Ravenzola. Raggiunta la località Brogno si ripercorre la mulattiera fatta all’inizio dell’escursione. Percorso (E) di circa 23 chilometri – consigliabile avere nello zaino i ramponcini da ghiaccio – dislivello positivo 1645 metri – no fontane – gpx(SeteTRAK): https://bit.ly/3tGDr96 – “bergheil” buonC@mmino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.