GHIACCIAIO VENTINA e LAGO PIROLA (SO).

  summer foto:https://bit.ly/2UHKxe6 –videotraccia:https://www.relive.cc/view/vRO7JNykgyv  – Raggiunta la frazione di Chiareggio (1590 m/slm – muniti di ticket),  ci si incammina, in prossimità del negozietto di alimentari, sul sentiero che scende a sx verso il ponte che attraversa il torrente Mallero. Su una comoda mulattiera ciclopedonale si sale al rifugio Gerli-Porro (1965 m/slm); qui si apre il panorama sulla Val Ventina e il suo ghiacciaio, o meglio: quel che resta. Imboccando il sentiero glaciologico in direzione Sud si raggiunge il fronte della vedretta (2300 m/slm) che negli ultimi 100 anni si è arretrata con una velocità impressionante se si tiene conto che nel 1800 arrivava in prossimità del rifugio. Tornati all’Alpe Ventina si imbocca la traccia che sale verso a dx e passa tra i boschi di larici, dove è presente anche un larice millenario.  A quota 2270 m/slm c’è la deviazione che permette di salire al panoramico Torrione Porro (2432 m/slm), meta molto conosciuta per la sua ferrate. Ritornati all’ultima deviazione si prosegue verso la sella che immette sulla conca del Lago Pirola (2300 m/slm); spettacolare specchio d’acqua incassato nelle ripide sponde rocciose. Sul lato del lago ha inizio il ripido sentiero che scende in direzione Chiareggio; ai 2060 m/slm dell’Alpe Pirola si devia a sx sul sentiero che torna al Rifugio Gerli-Porro. Raggiunta la mulattiera ciclopedonale fatta nell’andata si scende per alcune centinania di metri fin quoando a quota 1800 m/slm inizia sul sx il percorso che porta a Forbesina (1663 m/slm) all’imbocco della Val Sissone. Percorrendo la VASP si torna facilmente a Chiareggio. Percorso (EE) di circa 21 chilometri – dislivello positivo 1530 metri – no fontane – cartografia SeteMAP – ottima accoglienza al Rifugio Gerli-Porro –  “bergheil” buonC@mmino  –gpxhttps://bit.ly/2UJNivtpercorsointerattivo:https://www.relive.cc/view/vRO7JNykgyv/explore  

2 commenti su “GHIACCIAIO VENTINA e LAGO PIROLA (SO).”

  1. È solo una prova, Giorgio…. Tanto per poi riparlarne insieme, se ne hai voglia: il rifugio Porro è uno sponsor del tuo lavoro?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *