DOSSO DEL CURù (BS)

 percorso3Dhttps://bit.ly/3vqYziKfotohttps://bit.ly/3EpnXK8spring – Sul lato orografico dx della Valcamonica, nel Parco dell’Adamello, c’è un gran reticolo di percorsi nel territorio del Comune di Cevo. Si sale tra boschi di abeti rossi e pini, strade militari, strade agricole, sentieri, e quindi con il rischio di sbagliare itinerario; è pure presente un sito archeologico risalente all’età del bronzo. Partendo dal grande parcheggio nella parte superiore del paese ci si incammina in direzione sud-est sulla strada per poi proseguire dopo poco verso nord sulla VASP (strada agricola costruita con finanziamenti europei) che passa per gli alpeggi di Fienili Costa, Fienili Barzaballe e Pla Lonc. Quest’ultimo luogo, nel 1944, ha vissuto un’intensa resistenza partigiana per la liberazione. Si prosegue raggiungendo Malga Corti a quota 1830 m/slm, poi si passa per Malga Paret e successivamente si arriva all’ultimo alpeggio: Dosso del Curù (2040 m/slm). Qui  termina il percorso a livello turistico e inizia una traccia per escursionisti esperti in direzione nord-est che sale alla sella (2400 m /slm) che sta tra Pian della Regina (a dx) e Piz Olda (a sx) che però oggi non si riescono a raggiungere per la presenza di neve. Ritornati a Dosso del Curù ci si abbassa per un centinaio di metri ad intercettare la strada militare della 1^ guerra mondiale (in ottime condizioni) che facendo vari traversi passa per Barba del Bec – Malga Aret – Fienili Musna e raggiunge il punto di partenza di questa escursione. Percorso (E) di circa 25 chilometri – dislivello positivo 1490 metri – alcune fontane – gpx(seteTRAK): https://bit.ly/3KWEzLx – “bergheil” buonC@mmino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.