SALITA ALLA CIMA SOLDA (SO) summer

percorso 3D: https://bit.ly/2Ml3ZEr foto:  https://bit.ly/2v9q0Q4  – Una bella meta della Valfurva è la Cima Solda a 3376 m/slm. Si parte dal parcheggio del Rifugio Forni (2150 m/slm) dove si imbocca il sentiero nr. 28B (strada sterrata) che porta direttamente al Rifugio Pizzini (2700 m/slm). Qui si devia sul sentiero nr. 28C che si dirige verso quel poco che resta del ghiacciaio del Gran Zebrù e dopo poco si comincia a salire il ripido sentiero, tutto a zigzag, che porta al Passo del Cevedale a 3240 m/slm per poi raggiungere con pochi passi il Rifugio Casati (3254 m/slm) a lato del ghiacciaio “morente” che scende dal Monte Cevedale. Poco sopra questo bel rifugio c’è il Rifugio Guasti, adesso chiuso definitivamente. Sono presenti i resti delle trincee e i fili spinati risalenti alla 1^ Guerra Mondiale; si trovano anche i ruderi di un piccolissimo “villaggio” militare. Proseguendo su questo sentiero si arriva sulla Cima Solda da dove si ammira il maestoso Gran Zebrù. Nel ritorno, giunti al Rifugio Pizzini, si devia a sx sul sentiero nr. 28A che porta al piccolo e accogliente Rifugio Branca (2493 m/slm), dove vale la pena di fermarsi per un’ottima merenda, e poi si scende al parcheggio di partenza. Veder questi ghiacciai che si riducono ad una velocità impressionante fa pensare male per il futuro del pianeta e c’è da credere poco a chi sostiene che si possono riformare. Dislivello positivo 1430 metri – differenza altimetrica 1226 metri – percorso di circa 23 chilometri – “bergheil” – buonC@mmino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.