CH – DIAVOLEZZA – QUEDER – TROVAT summer

percorso 3D: https://bit.ly/3lrT0eo –  foto: https://bit.ly/2QtIW6i –  Certi paesaggi non hanno eguali, questo è uno di quelli. Si lascia l’auto al parcheggio della funivia del Diavolezza (2080 m/slm), subito dopo il passo del Bernina, e dirigendosi verso sud si imbocca la stradina sterrata che sale lungo la pista di sci e la si percorre fino al Laj da Diavolezza (2574 m/slm). Deviando poi a sx si prende un bel sentiero che sale su un percorso ben segnalato (bianco/rosso); a 2844 m/slm si devia verso sud-ovest su un tratto con alcune catene che permettono poi di continuare fino a raggiungere l’arrivo di una seggiovia (2990 m/slm). Subito dopo ci si trova su “una sella” da cui partono 3 itinerari, uno verso l’arrivo della funivia del Diavolezza,  un altro al Pizzo Trovat e il terzo al vicino Sass Queder che conviene raggiungere subito perchè c’è una bellissima panoramica sul Passo del Bernina e le cime di levante. Scendendo dal Queder si incontra quasi subito una variante che permette di raggiungere la salita del Pizzo Trovat (3146 m/slm), raggiungibile, volendo, anche tramite 2 ferrate; la breve fatica è ripagata da una magnifica panoramica su tutte le cime del Gruppo del Bernina e del Ghiacciaio del Morteratsch. Fatto questo 2° tremila si scende per raggiungere il balcone panoramico del Rifugio Diavolezza (2973 m/slm). Per il ritorno si percorre il breve tratto finale della salita poi, deviando a sx, si punta verso il piccolo lago che si trova sotto l’arrivo della funivia, qui si comincia a percorrere il tracciato gippabile che va verso il Lago del Diavolezza. Arrivati circa a quota 2530 m/slm si imbocca un bel sentiero che a 2360 m/slm si immette sulla sterrata poi, tramite alcune scorciatoie, si arriva al punto di partenza.
Percorso di circa 16 chilometri- dislivello positivo 1165 metri – no fontane – “bergheil” buonC@mmino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.