CASTEL GRUMELLO (SO) spring

  percorso 3D: https://bit.ly/2UfH4PQ – foto: https://bit.ly/3b2CriO – Bella e breve escursione ad ovest di Sondrio. Partendo dai parcheggi in prossimità del cimitero cittadino si percorre un breve tratto della strada che passa a lato della Centrale Enel e in prossimità dell’ex campo di tennis si devia a sx e subito dopo si passa sotto un arco di fitta edera (290 m/slm) imboccando il sentiero che sale tra i filari dei vigneti. Sulle mappe è riportato anche un altro sentiero che parte nelle vicinanze però è interdetto al passaggio pur essendo sentiero mappato e quindi ad uso di tutti. Questo percorso è contrassegnato da 2 segnavia diversi, uno Bianco/Rosso e un altro Azzurro. Superati circa un centinaio di metri di dislivello si raggiunge un tratto un po’ pianeggiante e qui c’è un bivio: i segnavia azzurri proseguono in direzione ovest, che si farà nel ritorno, mentre deviando verso nord e seguendo i segnavia bianco/rosso si arriva in prossimità di una stradina, che si lascia sulla sx, dove si prosegue verso est tra i filari dei vigneti del Grumello arrivando sotto il lato meridionale del Castello. Si continua fino all’edificio di un agriturismo dove si trova anche l’accesso a tutta l’area del “Castello de Piro al Grumello” (470 m/slm). Solitamente è chiusa al pubblico e nel periodo estivo ha un orario di apertura con la possibilità di visite guidate a cura del “F.A.I.” che provvede anche alla cura e al mantenimento. Può capitare che, delle volte, il cancello rimanga aperto e allora la visita è gratuita però bisogna avere l’accortezza di rispettare le indicazioni che si trovano sul percorso.
A nord di questa area archeologica c’è la piccola Chiesa di San Rocco che nel 1600 era stata destinata ad essere il cimitero per i morti di peste. Dopo aver fatto visita al Castello ci si dirige verso est dove si trova la Chiesa di Sant’Antonio Abate (450 m/slm). Nelle vicinanze inizia il percorso chiamato “Risc di Sassina” (il nome deriva dal fatto che era una mulattiera acciottolata) che scende verso il piano. Dopo averne percorsi circa 300 metri si devia a dx imboccando il sentiero che è contrassegnato con i segnavia Azzurri (400 m/slm). Percorrendo questo tratto abbastanza pianeggiante si arriva alla deviazione dove si era svoltati sull’altro sentiero che saliva al castello. Da qui resta l’ultimo tratto per arrivare al punto di partenza.
percorso di circa 5 chilometri – differenza altimetrica 240 metri – “bergheil” buonC@mmino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.