ANELLO NELLE VALLI DI BUDRIA e LEMMA (SO) summer

 percorso 3D: https://bit.ly/2zBPxX9 – foto: https://bit.ly/3bK4l4b –  Raggiunta in auto  la località Tartano si imbocca la ripida discesa asfaltata che si trova sulla dx subito dopo l’albergo, e poi si entra nella Val Corta. Il tratto asfaltato termina a Biorca e poi si prosegue per un paio di chilometri, senza alcun permesso di transito, su uno sterrato che termina a Barbera (1280 m/slm). Qui si imbocca il sentiero N.113 che procede sul lato orografico sx.  Oltrepassate le Baite di Budria si sale sino a quota 1600 m/slm dove inizia la vera salita verso l’alpeggio di Saroden (1950 m/slm); da qui in poi si fa un lungo traverso seguendo le paline in legno bianche/rosse della Gran Via delle Orobie passando sotto il Pizzo del Vento. Poco più avanti il sentiero torna a salire fino alla bocchetta (2200 m/slm) sotto il Monte Tartano. Presa una discesa verso l’alpeggio di Lemma Alta (si scorge in basso a 1950 m/slm),  che si raggiunge continuando a seguire i segnavia di GVO. Qui ci si trova in un grande anfiteatro con di fronte il Monte Disgrazia. Per imboccare il sentiero N116, che percorre la Val di Lemma, bisogna proseguire facendo un altro traverso e poi, oltrepassata la vetta del Pizzo Vallone comincia la discesa verso l’alpeggio di Lemma bassa a 1600 m/slm. Qui si prosegue seguendo una comoda mulattiera fino a quota 1300 m/slm dove, in prossimità di un ponte di legno, si abbandona lo sterrato e si prosegue per il sentiero che percorre un tratto affascinante della vallata. Ci si trova nella zona delle marmitte, e del giardino botanico dove il Torrente Lemma crea delle affascinanti cascate turbinose. Ancora 15 minuti di strada e si raggiunge il parcheggio di partenza. Bel paesaggio, belle baite, poche fontane, e ottima segnaletica. Percorso di circa 12 chilometri – dislivello positivo 925 metri  – “bergheil” buonC@mmino

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.