ANELLO LAGHI DI SANTO STEFANO SO

 percorso 3D: https://bit.ly/2G8ZUVw – foto: https://bit.ly/3cuzqdc – Arrivati in auto a Ponte in Valtellina si sale alla bella frazione di Briotti a quota 1.060 m/slm da dove ci si incammina sul sentiero che indica per Rifugio Donati e Laghi di Santo Stefano. Un percorso non particolarmente difficoltoso che si sviluppa quasi sempre in un fitto bosco fino a quota 1850 m/slm; qui all’improvviso compare la Croce di Santo Stefano, l’omonima chiesetta e il muraglione del primo lago artificiale di Santo Stefano. Svoltando a sx, si può andare al Rifugio Donati mentre deviando a dx si risale la vallata dei 3 laghi; anche il Lago di Mezzo è un bacino artificiale mentre l’ultimo, il Lago di Sopra, è naturale. Giunti al terzo lago (quota 2.100 m/slm) se si alza lo sguardo in direzione sud-ovest si può vedere la palina posizionata alla Bocchetta di Santo Stefano (2.370 m/slm). Il sentiero non è affatto visibile e quindi per arrivarci bisogna avere sempre in mente dove era posizionata la palina e puntare in quella direzione. Arrivati alla Bocchetta si scende sul lato opposto nella vallata che porta verso il Rifugio Le Piane, raggiunta circa quota 2.000 mt/slm in prossimità della palina che indica “Rifugio Gino e Massimo” (detto anche Rifugio Grioni) si segue quel percorso che raggiunge questo piccolo e bellissimo rifugio posto a 1.850 m/slm., di recente costruzione. Qui inizia una pista sterrata che scende a valle, poi dopo il secondo tornante, a quota 1650 m/slm, si prende a dx il sentiero che porta fino al punto di partenza: Briotti.
Percorso di circa 16 chilometri – dislivello positivo 1460 metri – poche fontane – cartografia SETEmap – “bergheil” bunC@mmino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.